| Schliessen

FEA compareco

Energie Schweiztorna ai risultati

Capacità

Gli apparecchi con larghezza pari a 55cm o 60 cm ed altezza piena possono contenere da 10 a 14 coperti; gli apparecchi più piccoli sono idonei per 4-9 coperti. Piccole economie domestiche che hanno stoviglie a sufficienza, lavano più economicamente usando lavastoviglie grandi da riempirsi sempre completamente e da mettersi in funzione ogni due giorni.

 

Stabilite con precisione se il vostro vasellame ed i bicchieri (grandezza e forma) entrano con facilità nella lavastoviglie (un piatto da minestra normalizzato ha un’altezza pari a 38 mm ed un diametro di 230 mm).

Ubicazione

Occorre un modello ad incasso per una cucina a moduli standardizzati oppure un modello a posa libera? In caso di modelli ad incasso, prestare attenzione alla larghezza (55 o 60 cm).

 

Il luogo di posa necessita d’una presa per l’acqua e per la corrente elettrica? Molto pratica è la scelta nelle vicinanze di un lavandino. Tubazioni d’adduzione di lunghezza limitata abbassano i costi d’installazione.

 

In caso di cucine aperte, ossia non divise dal soggiorno o da altre camere, occorrerà tenere conto delle emissioni sonore generate dalla macchina. Il livello rumorosità è indicato sull'etichetta energia.

Uso

Prestate attenzione alla facilità d’uso. Anche gli apparecchi tecnicamente più sofisticati e ricchi di varianti dovrebbero essere utilizzati senza ricorrere più volte alla lettura del manuale d’istruzioni.

 

Prestate particolarmente attenzione ai seguenti punti:

-La porta si lascia aprire e chiudere completamente? Esiste la sicurezza bambini? (se occorre).

-I filtri raccoglitori dei residui solidi sono facilmente accessibili per la loro pulizia?

-I ripiani ed i cestelli per vasellame ed utensili sono facilmente estraibili? Sono ripartiti per consentire una buona flessibilità d’uso? I cestelli sono regolabili e intercambiabili?

-I punti di carico del detergente e del sale sono facili da usarsi?

 

Altri aspetti da considerare per un uso confortevole:

-Indicazione per il controllo dell’acqua in arrivo e di scarico.

-Indicazione della fase del programma in atto e durata.

-Indicazione del rabbocco di brillantante e sale.

-Scelta dell’ora d’avviamento (esercizio dell’apparecchio a tariffa elettrica ridotta).

Addolcimento dell'acqua

In caso d’acqua molto dura, ossia a forte contenuto di calcare, è raccomandabile la scelta di una macchina provvista di un addolcitore particolarmente efficace. Prestare particolare cura alla regolazione della durezza dell’acqua, che richiede una precisione pari ad un singolo grado di durezza e che va impostata senza fermare l’indice su valori di durezza intermedi. Dato che un numero sempre maggiore di comuni sono allacciati a condotte di collegamento collettive e dato che le acque vengono frequentemente mescolate tra loro, la loro durezza non è più costante. Scegliete in questo caso un apparecchio provvisto di sonda in grado di gestire automaticamente l’addolcimento.

Programmi

La maggior parte delle lavastoviglie offre tre programmi principali: programma normale per il fabbisogno quotidiano, programma delicato per stoviglie poco sporche o per bicchieri, programma intensivo per sporchi difficili. Pensate poi a quali programmi supplementari sarebbe utile ricorrere:

 

-Programma di risparmio energetico, oppure un tasto per abbassare la temperatura.

-Sciacquo preliminare separato.

-Funzionamento a carico dimezzato.

Allacciamento per acqua calda

Le lavastoviglie consumano la maggior quantità di corrente per riscaldare l’acqua. Questo consumo può parzialmente ridursi se nell’edificio esiste già acqua calda prodotta con energie rinnovabili (pompe di calore, collettori solari, combustione a legna). In questo caso è bene considerare un allacciamento per acqua calda. Con tale allacciamento, anche tutti i cicli di risciacquo avverranno utilizzando acqua calda, anche se ciò non è proprio necessario.

Prestazioni di servizio e garanzia

Confrontate le prestazioni di servizio e le condizioni di garanzia. Il periodo di garanzia ammonta per legge a due anni. Informatevi anche sui periodi di garanzia delle parti di ricambio.

Offerte promozionali

In caso d’offerte promozionali, prestate attenzione ai consumi d’energia ed alle condizioni di fornitura delle parti di ricambio.

Prezzi

Guardate alla differenza tra prezzi lordi e prezzi netti.

Prezzi lordi:

Il rivenditore pratica degli sconti basati sul prezzo lordo del fabbricante.

Prezzo netto o per merce presso il rivenditore:

Il prezzo netto o prezzo per merce franco rivenditore equivale al prezzo di vendita finale.( prezzo indicativo )

Utilizzo del giusto programma di rsiciacquo

Scegliete il programma in funzione del grado di sporcizia delle stoviglie.

Il programma intensivo va utilizzato unicamente in caso di sporco particolarmente difficile da sciogliere. Per sporco leggero è sufficiente il programma delicato.

Carico ottimale della lavastoviglia

Mettete in funzione la macchina solo quando essa è completamente carica. Le stoviglie con vecchi residui alimentari si lasciano lavare con la maggior parte delle macchine con un solo ciclo di prelavaggio. Esso consuma meno acqua ed energia di quando si lava a mano.

Tasto di risparmio energetico

Il tasto di risparmio energetico pressato aumenta il tempo di lavaggio a vantaggio di una temperatura dell’acqua più bassa ed un consumo inferiore d’energia.

Detergenti per lavastoviglie

I detergenti per lavastoviglie contengono principalmente fosfati e prodotti combinati (tabs) che sfiorano i limiti consentiti dalla legge. All’atto del loro acquisto prestate attenzione alle piccole scritte.

Sale per l'addolcimento dell'acqua

Riempite il contenitore per il sale secondo le prescrizioni del libretto d’istruzioni. Per ragioni igieniche, il primo riempimento è particolarmente importante. In regioni con acqua relativamente dolce, è eventualmente possibile rinunciare all’aggiunta successiva di sale. Le aziende distributrici dell’acqua o i comuni, possono dare informazioni più precise.

Idoneità di vasellame e posaterie al lavagio a macchina

-Cucchiai e assi di legno, posate con manici di legno, non sono adatti al lavaggio con le lavastoviglie.

-Occorre anche prestare attenzione al vasellame dipinto a mano o dorato sui bordi. In generale questi articoli non sono adatti al lavaggio a macchina.

-Le impugnature delle pentole sono a volte inadatte al lavaggio a macchina.

-In caso d’acquisto di posaterie, prestate attenzione alle etichette che devono riportare la dicitura “idoneo per il lavaggio a macchina“. Più le stoviglie sono dure e poco porose, più esse risultano adatte al lavaggio a macchina.

Lavaggio a tariffa energetica ridotta

Se la lavastoviglie dispone di un temporizzatore per la scelta dell’ora d’inizio del ciclo di lavaggio, l’esercizio dell’apparecchio può essere programmato per avere luogo nelle ore a tariffa elettrica ridotta.

Quando conviene riparare l'apparecchio

Non è facile rispondere al quesito che l’utente si pone quando l’apparecchio non funziona: conviene ripararlo o no? Esistono punti di riferimento: usando il calcolatore d’efficienza contenuto in queste pagine, valutate i risparmi d’acqua e corrente di un apparecchio nuovo e confrontateli con i costi di riparazione previsti. Occorre inoltre tenere conto del fatto che generalmente i nuovi apparecchi sono meglio equipaggiati e sono più facili da usarsi.

 

Gli specialisti del ramo ritengono che le riparazioni abbiano ragione d’essere solo se esse non superano le seguenti quote percentuali rispetto al costo di un nuovo apparecchio:

 

Età dell’apparecchio: Costi di riparazione in % del prezzo nuovo

3 – 4 anni max. 40 %

5 – 6 anni max. 20 %

7 e più anni max. 5 %