| Schliessen

FEA compareco

Energie Schweiztorna ai risultati

Fabbisogno energetico

Scegliete degli apparecchi in classe d’efficienza energetica migliori.Troverete questa dichiarazione sull’etichetta energia che contraddistingue gli apparecchi esposti, e che appare anche nella dichiarazione delle merci nei prospetti dei produttori. Un eventuale prezzo più alto per un apparecchio economico viene spesso compensato nell’arco di un anno, grazie a costi energetici contenuti. Utilizzando il calcolatore dell’efficienza energetica disponibile in queste pagine, potrete conoscere i costi che risparmierete utilizzando un efficiente apparecchio.

Grandezza

L’altezza normale di un forno di cottura è di ca. 75 cm. Se non si utilizzano mai contemporaneamente più di 1 – 2 ripiani di cottura, si può usare un apparecchio con altezza dimezzata, risparmiando posto ed energia. Un forno di cottura ad altezza dimezzata potrà anche essere combinato con un altro modulo di sistema cottura (microonde, cottura a vapore).

Ubricazione

Per gli apparecchi ad incasso prestate attenzione alla loro larghezza (55cm o 60 cm). L’incasso dell’apparecchio all’altezza degli occhi consente un uso più comodo e tiene più facilmente lontano i bambini e gli animali domestici. Per apparecchi a posa libera, il forno di cottura è generalmente combinato con la cucina elettrica.

Uso

Prestate attenzione alla facilità d’uso. Anche gli apparecchi tecnicamente più sofisticati e ricchi di varianti dovrebbero essere utilizzati senza ricorrere più volte alla lettura del manuale d’istruzioni. Prestate poi attenzione ai seguenti punti:

 

-L’apparecchio è dotato di finestrella d’ispezione e d’illuminazione interna?

-La finestrella e le parti metalliche sono protette dal calore?

-La pulizia del vano interno e degli accessori è facile? Lo sportello del forno è scardinabile?

Sistemi di riscaldamento

Sistema convenzionale ad irraggiamento termico: si riscalda con sorgenti di calore montate in basso e sul soffitto del forno, a volte è presente il riscaldatore per il grill.

Circolazione d’aria: un forno di cottura convenzionale viene equipaggiato con un ventilatore supplementare che assicura un’uniforme distribuzione del calore. È possibile cuocere contemporaneamente su due ripiani.

Aria calda: l’aria calda è riscaldata da un corpo riscaldante a spirale e viene quindi distribuita uniformemente da un ventilatore. È possibile cuocere contemporaneamente su tre ripiani. I forni ad aria calda possono essere anche combinati con il riscaldamento dall’alto e dal basso, o per il grill.

Forni di cottura combinati: i forni di cottura ad aria calda con aggiunti dispositivi per la cottura a vapore (steamer) sono particolarmente indicati per cucinare verdure e pesce in quanto ne preservano le caratteristiche conservando un sapore neutro.

Dotazione

I forni di cottura dispongono di innumerevoli corredi supplementari quali comandi elettronici a programma ed a tempo, automatismi per arrostire, termometri, girarrosti, ventilazione del corpo del forno, teglie speciali da fornaio, bacinelle per il grasso, ecc. Se si vuole un grill, occorre scegliere tra un grill ad uno oppure a due stadi, per porzioni di carne piccole o grandi, con girarrosto e cestello motorizzati.

 

Per la pulizia, si propongono sistemi ausiliari (sistema catalitico) oppure autopulenti (sistema pirolitico). Il sistema autopulente pirolitico si svolge secondo un programma apposito e richiede molta energia.

Prestazioni di servizio e garanzia

Confrontate le prestazioni di servizio e le condizioni di garanzia. Il periodo di garanzia ammonta per legge a due anni. Informatevi anche sui periodi di garanzia delle parti di ricambio.

Offerte promozionali

In caso d’offerte promozionali, prestate attenzione ai consumi d’energia ed alle condizioni di fornitura delle parti di ricambio.

Prezzi

Guardate alla differenza tra prezzi lordi e prezzi netti.

Prezzi lordi:

Il rivenditore pratica degli sconti basati sul prezzo lordo del fabbricante.

Prezzo netto o per merce presso il rivenditore:

Il prezzo netto o prezzo per merce franco rivenditore equivale al prezzo di vendita finale.( prezzo indicativo )

Cuocere in forno o sui fornelli

Generalmente la cottura sul fornello richiede meno energia di quella in forno. È preferibile cucinare piccoli pezzi di carne sui fornelli. Per tranci da più di 1 kg, il forno è più conveniente.

Non adatto a scongelare

Il forno di cottura non si presta per scongelare i cibi. Se si deve scongelare a macchina, un apparecchio a microonde è senz’altro molto più indicato.

Messa in funzione

Riscaldate completamente e per un certo tempo il forno di cottura vuoto, prima dell’impiego, seguendo le istruzioni d’uso del fabbricante.

Pulizia

Per evitare di bruciare residui di grasso, inumidite ogni volta le pareti del forno con un panno. In caso di forni a pulizia catalitica, non utilizzate prodotti spray per forni: essi potrebbero danneggiare lo strato protettivo. Lasciando a mollo i residui durante la notte si rende superfluo l’uso degli spray per forno.

Consigli supplementari

-Disponendo di forni a circolazione d’aria o ad aria calda, utilizzate contemporaneamente più ripiani.

-Per la maggioranza dei cibi a base di farinacei (ad esclusione di quelli ricchi di proteine come biscotti o soufflés) e per tutti gli arrosti il preriscaldamento è superfluo.

-Se il tempo di cottura è superiore ai 40 minuti, il forno può venire spento 10 minuti prima della fine del tempo di cottura.

-Per evitare perdite di calore, non aprite lo sportello del forno durante il funzionamento.

Quando conviene riparare l'apparecchio

Non è facile rispondere al quesito che l’utente si pone quando l’apparecchio non funziona: conviene ripararlo o no? Esistono punti di riferimento: usando il calcolatore d’efficienza contenuto in queste pagine, valutate i risparmi d’acqua e corrente di un apparecchio nuovo e confrontateli con i costi di riparazione previsti. Occorre inoltre tenere conto del fatto che generalmente i nuovi apparecchi sono meglio equipaggiati e sono più facili da usarsi.

 

Gli specialisti del ramo ritengono che le riparazioni abbiano ragione d’essere solo se esse non superano le seguenti quote percentuali rispetto al costo di un nuovo apparecchio:

 

Età dell’apparecchio: Costi di riparazione in % del prezzo nuovo

3 – 4 anni max. 60 %

5 – 7 anni max. 40 %

8-10 anni max.20%

10 e più anni max. 5 %